Offerte vacanze Toscana agosto 2018


Toscana

Palazzo della Signoria, meglio conosciuto come Palazzo Vecchio, a Firenze (fonte foto By JoJan (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html), CC-BY-SA-3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/) or CC BY-SA 2.5-2.0-1.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5-2.0-1.0)], via Wikimedia Commons)

Una regione di cui Oriana Fallaci parlava in questi termini: "Amo appassionatamente la Toscana. Mi inorgoglisce troppo quello che ha dato al mondo nel campo dell'arte, della scienza, della letteratura, della politica insomma della cultura. E a ogni pretesto parlo e scrivo della Toscana [...]". Collocata nell'Italia centrale, ha come capoluogo Firenze.

Geografia e confini

Situata centralmente, in posizione strategica, la Toscana confina a nord ovest con la Liguria, a est con Marche e Umbria, a sud con il lazio e a nord con l'Emilia Romagna. Bagnata dal mar Ligure e dal mar Tirreno, la regione è circondata dagli Appennini a nord e a est, nonostante la porzione collinare domini abbondantemente il territorio e ha nel monte Prado, al confine con l'Emilia Romagna, la sua vetta più alta.

Un po' di storia

Dante Alighieri, fonte foto: after Sandro Botticelli [Public domain], via Wikimedia Commons

Quando si parla di storia la Toscana non può non venire considerata come tassello fondamentale per l'importanza avuta soprattutto nella nascita della lingua italiana. Tra i popoli che si insediarono a partire dall'VIII secolo aC ci furono gli Etruschi, da cui il territorio prese il nome stesso (Etruria), con le varie declinazioni che vennero fatte dagli altri popoli: Tuscia per i Romani, successivamente Tuscania, sino al nome odierno. Gli Etruschi vennero sconfitti da Roma e successivamente dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente la regione fu preda di ostrogoti e bizantini, sino a che non fu conquistata dai Longobardi. Il Rinascimento la vide scenario importantissimo a livello culturale, prima con Dante Alighieri, poi con Giotto sino a divenire punto focale soprattutto nel periodo rinascimentale. Una regione che con l'avanzare dei secoli diede i natali a personaggi del calibro di Leonardo da Vinci, Cavalcanti, Carducci, Ungaretti, solo per citarne alcuni.

Tradizioni enogastronomiche

Bistecca alla fiorentina, fonte foto https://cucinareafuocovivo.com

Intraprendere un discorso relativo ai piatti tipici toscani e dei vini correlati, significa già in partenza operare una selezione a monte: tantissime sono, infatti, le pietanze che arricchiscono la cucina locale ed elencarle tutte significherebbe fare un elenco lunghissimo, senza poi quasi rendere giustizia a nessun piatto specifico. Per questo parleremo di alcuni cult, senza nulla togliere a tutte le altre squisitezze che per questioni di spazio non verranno menzionate. Un grande classico è la carne, la bistecca alla fiorentina, un taglio pregiato cotta alla brace solo alcuni minuti per lato, con una bella spolverata di sale grosso. Il cuore rimane piuttosto crudo, ma il sapore è unico. Tra le pietanze tipiche, ancora, la ribollita, piatto prevalentemente invernale con un mix di legumi, la panzanella, la pappa al pomodoro, il castagnaccio, il cacciucco (a base di pesce) nelle varianti alla livornese e alla viareggina, e tanto altro ancora. Famosissima anche per i vini, dal Chianti Classico al Brunello di Montalcino.



Iscriviti alla newsletter e riceverai in anteprima suggerimenti per le tue vacanze e le nostre fantastiche offerte!

 

  Do il consenso: