Salento, qualche indicazione per TE!


Sei alla ricerca di informazioni sul Salento, “la terra del mare e del vento”.
Sei anche uno di quelli che non si accontentano: non ami gli stereotipi, ti piace avere una tua idea, non necessariamente diversa o contraria rispetto all’opinione comune ma semplicemente una tua visione delle cose. Per questo, leggerai di buon occhio le recensioni positive: bel posto, mare cristallino, luce fotografica, sapori indimenticabili, profumi della macchia mediterranea, Salento “cuor contento”... Prenderai nota ma con riserva, aspettando una tua diretta verifica sul campo. Attendiamo con ansia di sapere che ne pensi!


Per permetterti di raccogliere le informazioni di cui sopra, aggiungiamo qualche utile dettaglio per arricchire la tua ricerca. Buona lettura!





Il clima è sempre quello giusto!


l fattore climatico per qualcuno rappresenta il fattore “x”. E il Salento sembra essersi accaparrato il sole per buona parte dell’anno, il metereologo Guido Guidi conferma quanto stiamo scrivendo (!). La penisola salentina ha le sue perturbazioni, certamente, ma possiamo assicurarti che abbiamo assistito più volte ad una tavola di contadini riuniti e pronti ad invocare la pioggia con l’ancestrale danza dell’acqua piovana.

Se in estate il tempo è pressoché ideale - su 10 giorni di vacanza potrai contarne 8 di mare calmissimo, tipo “tavola”, e 2 di mare lievemente increspato o ondoso - noi di CostedelSud.it assicuriamo che anche in autunno e in primavera il tempo è davvero meraviglioso.

Si racconta che, negli anni ‘60, la scuola in Salento iniziava in ottobre. Tutt’oggi la gente fa il bagno in ottobre, alle volte anche a Natale (sì, il 25 di dicembre!). Qualche anno fa, esattamente nel 2015, le bacheche Facebook dei salentini furono invase da fotografie a testimoniare il bagno di Natale con tanto di cappello rosso!
Da queste parti Babbo Natale indossa il costume e arriva surfando, peccato per le renne!
Il fattore climatico buono è stato assodato. Certo, il modo in cui ti abbiamo presentato l’argomento è un po’ singolare: ci siamo avvalsi di qualche dato storico (quello di Natale 2015) e di un parere metereologico fatto a naso. Sì, perché noi salentini ci alziamo la mattina e sappiamo definire a “primo naso” che giornata sarà.
Del resto, sappiamo che anche tu ami sentire e verificare direttamente e, proprio per questo, ti aspettiamo in Salento, in primavera, autunno o estate. :)

Il clima in Salento, oltre che quello determinato dal sole, dal vento o dalla pioggia (talvolta), è sempre buono. E intendiamo anche e soprattutto il clima della gente, quello dell’accoglienza salentina.


Muoversi in Salento… Littorine i love you!


Abbandonate ogni pretesa di velocizzare i tempi, l’attesa in Salento è essa stessa il viaggio!
Noi consigliamo un’esperienza ben precisa: 
raggiungere la stazione di un paesello, quello in cui alloggi o il più vicino a te, e fare un biglietto del treno.
Per raggiungere una destinazione dovrai certamente cambiare più treni, si tratta di littorine targate Ferrovie Sud Est, con le tendine color tortora, i sedili in pelle marrone (spaziosi), il rumore delle rotaie che è rumore vero!

Per il posto a sedere, finestrino o corridoio? Noi consigliamo il finestrino per osservare meglio il paesaggio che attraverserai: campagne verdi; alberi d’ulivo; pareti rocciose “infestate” da piante selvatiche; macchine, motorini e bici in coda al passaggio a livello chiuso; panni stesi sulle terrazze; apecar che trasportano ortaggi appena colti o che sostano all’angolo delle strade con i cartelli che riportano il prezzo al chilogrammo di “cicorie”, pesche e angurie. 



Di tanto in tanto, il paesaggio urbano o rurale cambierà regalandoti qualche scorcio sul mare… questo dipende dalla tua direzione!

Saremmo folli se ti proponessimo di viaggiare solo ed esclusivamente sui treni delle Ferrovie Sud Est. Siamo gente moderna, in fondo, e amiamo le cose semplici, come spostarsi velocemente tra un posto ed un altro, è lecito! 
Per questo, ti consigliamo di raggiungere il Salento in auto o di noleggiarne una all’arrivo, in aeroporto a Brindisi o in stazione, a Lecce. Il viaggio a bordo di una littorina FSE puoi farlo un giorno della tua vacanza che vuoi che sia lento, di scoperta, di gusto pieno e verace.


Dove andare e perché

Non è facile. Il tema “dove andare” è davvero vasto ma proveremo a darti qualche piccola dritta, aspettando, poi, la tua approvazione dopo che sarai stato in ognuno di questi posti e in altri ancora.

1. Specchia.Perché è uno dei borghi più affascinanti d’Italia, e non solo per il riconoscimento ricevuto a livello nazionale. Castello Risolo è una vera poesia insieme alla pasticceria “Le mille voglie”, altra tappa obbligata!


2. Parco di Porto Selvaggio. Per un bagno refrigerante e un pisolino rilassante sotto la pineta. Una baia rocciosa tra le più belle, secondo noi, con torre di avvistamento posta sull’alto di un costone roccioso: Torre dell’Alto, appunto. Una festa “grande” così la definiscono dai paesi vicini, conviene fare un salto!

3. Torre San Giovanni. Dalla roccia alla sabbia soffice, il posto perfetto per le famiglie che siano alla ricerca di spiagge con basso fondale.

4. Gallipoli. I motivi sono innumerevoli: il mercato del pesce al mattino, con il pescato fresco di giornata, la passeggiata nella città vecchia, le chiese e le feste rionali (una al giorno, in media).

5. Santa Maria di Leuca. Per vedere i due mari, Ionio e Adriatico, fondersi in uno solo. Ma anche per fare un tour delle grotte e restare incantato.


6. Castro.
 Grotta della Zinzulusa e le vicine Grotta Verde e Insenatura di Acquaviva, meraviglia pura!


7. Otranto. Per una passeggiata serale e l’alba di un nuovo giorno (è qui che si vede la prima alba di ogni nuovo giorno!).

8. Porto Cesareo.Per le sue spiagge bellissime, Torre Lapillo o Punta Prosciutto, per un’uscita in barca verso l’“Isola dei conigli” con bagno a largo.


9. Melpignano. Qui si tiene la tappa finale di Festival della Notte della Taranta, il concertone quest’anno (2018) sarà il 25 agosto.

10. Potremmo continuare ancora ed ancora ma preferiamo che sia tu a raccontarci cosa ti abbia ispirato questa terra, quali giri avrai fatto e quante littorine avrai cambiato per arrivare in quel posto

Buon viaggio in Salento, qui troverai un po’ casa… Questa è un’altra piccola indiscrezione che sentiamo di darti, nulla di scientificamente provato ma ampiamente riscontrato!

NOVITA' DAL NOSTRO BLOG SALENTO

 



Iscriviti alla newsletter e riceverai in anteprima suggerimenti per le tue vacanze e le nostre fantastiche offerte!

 

  Do il consenso: