Cibi e Prelibatezze da assaporare appena giunti nel Salento e che non possono mancare assolutamente


Salento. i piatti tipici da assaggiare questa estate.
Siete arrivati in Salento, dopo aver sentito i vari consigli di amici o colleghi che vi hanno suggerito di non perdervelo assolutamente. Oppure avete deciso di vostra iniziativa di trascorrere le ferie in questa parte della Puglia così decantata e siete tra coloro che amano scoprire tutto di un luogo sperimentando le tradizioni culinarie che lo caratterizzano. Per questo non possiamo non suggerirvi una serie di squisitezze da assaggiare una volta in Salento, per essere certi che non partiate senza aver degustato il lato verace e reale di una terra intensa e accogliente come questa.


Ciciari e tria

Che sia estate o inverno, non potete non assaggiare questo primo piatto gustoso, dal sapore deciso e intenso. Si tratta di pasta fresca fatta in casa, cotta e condita con ceci e “frizzuli”, ossia la stessa pasta fritta in olio di oliva a pezzettini e mischiata. Questo è uno dei piatti tipici della tradizione salentina, che non può mancare se siete delle buone forchette.


Orecchiette e minchiareddhi

Un altro primo piatto semplice, che appartiene alla tradizione culinaria contadina, ma dal gusto intenso, è fatto di orecchiette e minchiareddhi, formati tipici pugliesi che vengono conditi con sugo in cui è stata sciolta la cosiddetta ricotta “‘scante”, ricotta spalmabile, cremosa, dal sapore piccantino e deciso. Una variante al formato può essere la sagna incannulata, un altro tipo di pasta fresca fatta in casa.


Case Vacanza Estate


Fave e cicorie

Se amate i sapori semplici e la cucina vegetariana, non potete non assaggiare fave e cicorie, un piatto unico che porta in tavola tutto il gusto della verdura selvatica, le cicorine appunto, lessate e accompagnate da un purè di fave, conditi con un giro di olio d’oliva. In genere vengono gustate con pezzi di pane fritto, ma se volete mantenervi più leggeri potete anche solo gustarli con pane caldo e croccante.


Turcinieddhi o gnommareddhi

Non sono tra i piatti più semplici da assaggiare, soprattutto se non siete temerari del gusto, ma vi possiamo assicurare che i turcinieddhi, o gnommareddhi che dir si voglia, sono un’esplosione di gusto irrinunciabile. Si tratta di involtini di interiora di agnello, aromatizzati e avvolti con budella, cotti in genere sulla brace.

Moniceddhe
Così famose in loco tanto da avere una sagra interamente dedicata, le moniceddhe altro non sono che lumachine coltivate, che possono essere preparate in modi diversi. Le moniceddhe soffritte con cipolla in olio bollente sono una delizia, ma anche semplicemente arrostite alla brace e condite con una spolverata di pepe e sale sono squisite.

Pezzetti al sugo
“Pezzetti di cosa”? Ecco la prima domanda che si pongono tutti coloro che non conoscono questo piatto tipico. Parliamo di pezzi di carne di cavallo, cotti lentamente con sugo aromatizzato all’arancia, chiodi di garofano, alloro e una nota decisamente piccante. Una delizia da leccarsi i baffi che, ricordate, deve essere tenerissima per potersi definire squisita.

Scapece

Un altro piatto dal sapore molto, molto deciso è la scapece, pesce fritto e coperto da più strati di pangrattato, aceto, aglio, menta, zafferano. Una pietanza nata dall’esigenza di conservare a lungo i cibi per l’inverno e che è diventata uno dei piatti tipici, immancabili soprattutto durante le feste patronali.

Pasticciotto

Il re dei dolci locali, ormai esportato anche in tutta Italia e addirittura all’estero, il pasticciotto è uno degli orgogli più grandi dei salentini. Un dolce semplice, fatto di una frolla ripiena con crema pasticcera, da gustare tiepido per cogliere al massimo la sua bontà e la sua fragranza.

Rustico Leccese

Un altro cibo squisito, molto veloce ma al tempo stesso appagante da gustare, è il rustico, un disco di pasta sfoglia ripieno di besciamella, aromatizzata con una spolverata di pepe e con l’aggiunta di pomodorini pelati. Uno street food molto invitante e saporito.

Puccia

Cosa c’è di più buono del pane? Un pane arricchito con le olive, forse. Per questo tra i cibi che non potete non assaggiare una volta in Salento non potevano mancare le rinomate pucce, panini con olive nere, rigorosamente non denocciolate, da condire in qualsiasi modo, ma che sono ottime anche solo mangiate calde calde. Fate solo molta attenzione ai denti!





Scopri le Offerte per le vacanze estive




Iscriviti alla newsletter e riceverai in anteprima suggerimenti per le tue vacanze e le nostre fantastiche offerte!