5 foto di località rocciose salentine bellissime


Uno dei vantaggi di una terra compresa tra due mari come il Salento è quello di essere avvolta da panorami differenti e variegati. Le due costiere su cui affaccia, quella adriatica e quella ionica, ne delimitano il perimetro e alternano scenari che comprendono baie, calette, spiagge di sabbia soffice e bianchissima, oltre che scogliere a picco e rientranze suggestive. Un motivo in più per avventurarsi alla scoperta delle numerose meraviglie che il Salento propone, soprattutto se siete amanti del mare: non a caso l’etimologia del nome, derivante da “salum”, inteso come “terra circondata dal mare”, enfatizza proprio questa sua natura. Da qui l’idea di accompagnarvi in una sorta di viaggio virtuale che vi faccia fare tappa tra 10 delle più belle località rocciose salentine, che vi racconti le leggende, quando presenti, ancorate a questi luoghi e che vi faccia assaporare a passi lenti la bellezza di scenari rocciosi, tutti da scoprire e visitare.




1. Marina Serra, una piscina naturale
Ci piace cominciare da un luogo su cui il tempo, la velocità, l’ansia quotidiana sembrano essere sospesi, come se ci fosse un portone immaginario che, una volta varcato, viene chiuso a doppia mandata sul resto del mondo. Parliamo di Marina Serra, una località che sorge sul basso versante adriatico, facente parte di Tricase. Caratterizzata da una costa rocciosa e alta, con scogliere suggestive che affacciano a picco sul mare, Marina Serra è da visitare assolutamente per via dello scenario stupendo che offre ai suoi visitatori: una serie ripetuta di piccole insenature, grotte (da scoprire anche se accessibile solo via mare la Grotta Matrona), un piccolo porto, torrette costiere e, pezzo forte del luogo, una piscina naturale dalla bellezza senza tempo che abbraccia acque dai riflessi caraibici.



2. Ponte Ciolo, una caletta naturale
Scendendo a sud da Tricase in direzione Leuca, ci si imbatte in un delizioso fiordo, una caletta che si apre quasi inaspettata, come fosse un quadro dipinto con lingue di un blu che abbracciano ogni tipo di sfumatura. Parliamo del canale del Ciolo, sovrastato da un ponte da cui spesso i più temerari azzardano tuffi acrobatici, dando spettacolo e lasciando i visitatori col fiato sospeso sino all’arrivo in acqua. Un tuffo di oltre 40 metri, da riservare solo a veri esperti, o incoscienti, a secondo dei punti di vista. Il canale del Ciolo ha una piattaforma su cui distendersi a prendere il sole, ricordate sempre, soprattutto se non siete molto pratici con gli scogli di utilizzare scarpe di gomma per non scivolare.



3. Caletta di Acquaviva Marittima
Se siete amanti della discrezione, dei luoghi intimi, raccolti, c’è un posticino delizioso tra Castro e Marina di Marittima, proprio nei pressi di Diso e Andrano, che non potrà deludervi. La caletta di Acquaviva di Marittima, anche denominata baia, ha acque freschissime, derivanti da una fonte sorgiva e quindi con una temperatura più bassa rispetto alle altre parti di costa, a cui si accede facilmente per via del fondale roccioso basso, che man mano che si procede verso l’interno si fa via via più profondo. Uno scorcio che sembra sospeso nel tempo, colorato dalla vegetazione e dalle declinazioni di blu e verde smeraldo che assume il mare in base alle correnti e ai venti. Se vi va di arrampicarvi il panorama visto dall’alto merita ed è davvero uno spettacolo unico e poetico.


(fonte foto QuiSalento)

4. Il Frascone
Il Frascone è il luogo perfetto se amate sì i luoghi rocciosi, ma volete trovare il giusto compromesso anche con la comodità di piccole oasi di sabbia. Situata nella zona della Palude del Capitano (Nardò), tra Torre Inserraglio e Sant’Isidoro, è un sunto completo e paradisiaco dell’essenza di Puglia in cui le sfumature dell’acqua del mare dipendono dalle scogliere, dai fondali bassi che si alternano a cumuli di sabbia bianchissima, anfratti, il luogo ideale anche se avete bimbi al seguito, che possono giocare e divertirsi in piccole piscine naturali scavate nella roccia. Una piccola oasi di pace che non ha nulla a che invidiare ai mari caraibici, di cui godere in totale silenzio, soprattutto per via del fatto che è ancora poco inflazionata a livello turistico.



(fonte foto Sunbrella.it)

5. Litos
C’è un posticino, nel cuore del Salento, che è un vero e proprio stabilimento balneare che ha una particolarità, quella di sorgere su una scogliera. Parliamo del Litos, situato all’interno del Parco Naturale di Porto Selvaggio, circondato da un paesaggio surreale e meraviglioso. Una piattaforma in legno sormonta la scogliera che abbraccia la costa ionica e consente una discesa in acqua facile e agevole tramite scalette, uno di quei luoghi che non ti aspetti quando sei in auto e percorri le strade della Serra Cicora, un paesaggio brullo e indondato di luce nei giorni di estate piena. Il Litos è la soluzione ideale se amate coniugare la comodità di servizi (è possibile affittare, infatti, ombrelloni, sdraio e lettini) alla bellezza dei litorali rocciosi e ai tuffi senza il fastidio della sabbia. E se vi va, il bar offre una ristorazione a km0, con ricci freschi e aperitivi al tramonto.

NOVITA' DAL NOSTRO BLOG SALENTO

 



Iscriviti alla newsletter e riceverai in anteprima suggerimenti per le tue vacanze e le nostre fantastiche offerte!

 

  Do il consenso: